Nata a Villafranca di Verona, dopo gli studi musicali compiuti presso il Conservatorio 'F. E. Dall’Abaco' di Verona sotto la guida del Maestro Enzo Cecchetelli, partecipa a numerosi concorsi di canto conseguendo diversi trofei, tra i quali il primo premio del Concorso Internazionale per Cantanti 'Toti Dal Monte' di Treviso (1974) che la fece debuttare il 15 ottobre 1974, al Teatro Donizetti di Bergamo, con ruolo di Mimì nella 'Bohème' di Giacomo Puccini (in coproduzione con il Teatro Comunale di Treviso). Nell’estate 1975 debutta all’Arena di Verona con il ruolo di Frasquita nella 'Carmen' di Bizet. Nell’ottobre dello stesso anno, ritorna al Comunale di Treviso con 'L’Incoronazione di Poppea' di Claudio Monteverdi, interpretando il doppio ruolo di Damigella e Voce di Virtù, (regia di Sylvano Bussotti) mentre in dicembre sarà Léïla ne 'I Pescatori di Perle' di Georges Bizet. Nel febbraio 1976 debutta al Municipale Valli di Reggio Emilia il personaggio di Flaminia ne 'Il Mondo della Luna' di Franz Joseph Haydn e nel giugno dello stesso anno è per la prima volta Ksenija, nel 'Boris Godunov' di Modest’ Petrovic˜ Musorgskij, all’Arena di Verona. Nella Stagione Lirica 1976 del Teatro Comunale di Treviso porta in scena nuovamente 'I Pescatori di Perle' (25 novembre) e debutta i ruoli di Oscar ne 'Un Ballo in Maschera' di Giuseppe Verdi (17 dicembre) e Lucieta ne 'I Quatro Rusteghi' di Ermanno Wolf-Ferrari (30 dicembre). Tra le più importanti affermazioni nella fase iniziale della sua carriera ricordiamo inoltre il debutto al Teatro Regio di Torino (6 aprile 1977) e alla Fenice di Venezia (26 maggio 1977) nell’opera 'L’Incoronazione di Poppea' di Claudio Monteverdi, interpretando il ruolo di Drusilla nella città piemontese, mentre a Venezia i personaggi di Damigella e Voce di Virtù. Il 24 novembre dello stesso anno calca le scene trevigiane come Nannetta nel 'Falstaff' verdiano, ruolo che le darà soddisfazioni in tutto il mondo. Nello stesso anno è per la prima volta Gilda nel 'Rigoletto' di Giuseppe Verdi al Teatro Filarmonico di Verona (18 marzo 1977), ruolo interpretato con successo nei maggiori palcoscenici italiani ed internazionali: Lugano (7 dicembre 1977), Arena di Verona (1981, 1991, 1997), Lignano Sabbiadoro (estate 1978), Zurigo (Svizzera), Teatro Regio di Parma (1987, 1993, 1994), Rovigo (1978), Cremona (1978), Fano (1978), Modena (1987), Ferrara (1987), Padova e Adria (trasferta dell’Arena di Verona nel 1980), Carlo Felice di Genova (1993), San Carlo di Napoli (1985, 1996), Wiesbaden (trasferta del Teatro San Carlo di Napoli nel 1985), Comunale di Firenze (1989), Cagliari (1990, 1997), Palais Garnier di Parigi (1988), Covent Garden di Londra (1984, 1991), Colonia (1987), Bilbao (1990), Seoul (1979), e a Siviglia (1995). Nell’aprile 1978, ritorna sul palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona interpretando uno dei ruoli a lei più congeniali, Norina, nel 'Don Pasquale' di Gaetano Donizetti e successivamente ritornerà al Comunale di Treviso debuttando Amina ne 'La Sonnambula' di Vincenzo Bellini. Nel settembre 1978 debutterà allo Staatsoper di Hamburgo il ruolo di Adina, ne 'L’Elisir d’Amore' di Gaetano Donizetti, (regia di Jean-Pierre Ponnelle). Fra le circa ottanta recite sostenute di 'Don Pasquale' ricordiamo quelle rappresentate all’Opernhaus di Zurigo (giugno 1980), al Teatro Perez Galdos de Las Palmas, nelle Isole Canarie, (marzo 1981), allo Staatsoper di Salisburgo (1981), al Nationaltheater di Monaco (maggio 1983) e all’Opera di Vienna. Da ultima, in ordine di tempo, è la produzione del Teatro Filarmonico di Verona (stagione lirica 1988/’89) con Enzo Dara (Don Pasquale) e Pietro Ballo (Ernesto). Nella stagione 1978/’79 del Teatro Comunale di Firenze, il Soprano debutta l’opera 'L’Amore delle tre Melarance’ di Sergej Sergeevic Prokof’ev nel ruolo della Principessa Ninetta. Il 1979 è stato, per il Soprano veronese, un anno 'scaligero', infatti ha avuto un grandissimo successo come Adina ne 'L’Elisir d’Amore' accanto a Luciano Pavarotti (Nemorino) e successivamente come Xenia nel 'Boris Godunov' di Musorgskij. Nel gennaio 1980, sempre alla Scala di Milano, debutta il ruolo di Sophie nel 'Werther' di Jules Massenet, mentre nel marzo dello stesso anno è al Teatro Massimo di Palermo ne 'L’Elisir d’Amore' (Adina). Alla Piccola Scala è Carolina nel 'Matrimonio Segreto' di Domenico Cimarosa, spettacolo ripreso in diretta dalla RAI. Straordinarie le sue interpretazioni di Micaëla in 'Carmen' di Georges Bizet (1980), di Gilda in 'Rigoletto' di Giuseppe Verdi (1981) all’Arena di Verona, e di Adina ne 'L’Elisir d’Amore' a Lugano, in Svizzera, (1981) e al Teatro Filarmonico di Verona (1981). Successivamente si esibisce per la prima volta al Covent Garden di Londra in 'Rigoletto' (Gilda) e pochi mesi dopo esordisce negli Stati Uniti, invitata dal San Francisco Opera per 'L’Elisir d’Amore'. In seguito debutta a Parigi con il 'Matrimonio Segreto' (Carolina) di Cimarosa, allestito alla Salle Fauvart. Nel 1982 interpreta Amina al Teatro Massimo di Palermo e Nannetta nel 'Falstaff' verdiano al Teatro Margherita di Genova, altro ruolo interpretato in tutto il mondo: a Vienna, accanto a Giuseppe Taddei (Falstaff) e Rolando Panerai (Sir. Ford), a Napoli (1985) in diretta RAI, al Teatro Comunale di Bologna (1988), Ravenna, Zurigo, Bregenz e poi al Carlo Felice di Genova (1991, 1995, 1999) con Renato Bruson (Falstaff) e all’Accademia di Santa Cecilia a Roma (in forma di concerto) nel 1997. Nella stagione estiva 1983 è Micaëla, per la prima volta, alle Terme di Caracalla (Roma); di particolare rilievo è l’inaugurazione della stagione 1983/’84 alla Scala di Milano che la vede Micaëla in 'Carmen' accanto a Shirley Verrett (Carmen) e Placido Domingo (Don Josè), spettacolo ripreso in diretta dalla RAI. In seguito canta su tutti i maggiori palcoscenici italiani e mondiali: Grand Teatre del Liceu di Barcellona, dove riscuote un grandissimo successo personale con il ruolo di Giulietta ne 'I Capuleti ed i Montecchi' di Vincenzo Bellini, accanto ad Agnes Baltsa (Romeo); Torre del Lago (dove interpreta per la prima volta nel 1985 il ruolo di Musetta ne 'La Bohème'), Comunale di Bologna ('Carmen' - 1987), all’Opera-Comique di Parigi (Salle Favart) dove debutta il ruolo di Marie ne 'La Fille du Régiment' di Gaetano Donizetti (1986), portato, successivamente, anche al Theatre du Capitole di Toulouse (1988). Alida Ferrarini è una delle interpreti in campo internazionale più apprezzate nel ruolo di Liù nella 'Turandot' di Giacomo Puccini, cantata in numerosissime produzioni in Italia, tra le quali ricordiamo all’Arena di Verona (1988, 1995), alle Terme di Caracalla (Roma - 1992, 1993), al Carlo Felice di Genova (1993, 1996), allo Stadio Olimpico di Roma (1999) e all’estero, Tokyo (partecipando alla tournèe dei complessi dell’Arena di Verona con la regia di Giuliano Montaldo - 1991), al Teatro Colon di Buenos Aires (Argentina - 1993), allo Stadio Olimpico di Sidney (Australia - 1994) e a Bregenz (1979), città in cui ha debuttato, nel 1975, l’opera 'La Favorita' (Ines) di Gaetano Donizetti. Accanto all’eroina pucciniana, ricordiamo le oltre 160 recite di Micaëla (Carmen) tra le quali alla Scala di Milano, all’Arena di Verona (1980, 1984, 1990, 1993, 1995, 1996, 1997, 1999), alle Terme di Caracalla, a Ravenna, al San Carlo di Napoli (inaugurazione della stagione 1987/’88 ripresa in diretta RAI), al Politeama di Lecce, al Carlo Felice di Genova, al Teatro Massimo di Palermo, al Comunale di Firenze, al Palcus de Bercy e all’Opéra Bastille di Parigi, all’Opéra di Montecarlo (1982), a Stoccarda, Basilea, Monaco, Madrid (1982, in cui debuttava Josè Carreras nel ruolo di Don Josè) e Barcellona. Nel 1987 ottiene un vivissimo successo con l’interpretazione di Adina ne 'L’Elisir d’Amore' accanto a Luciano Pavarotti (Nemorino) al Teatro Comunale di Bologna, dove in seguito sarà Nannetta sotto la direzione di Riccardo Chailly e debutterà Serpina nella 'Serva Padrona' di Giovan Battista Pergolesi (1992, in coproduzione con i teatri di Reggio Emilia e Modena). Altro ruolo verdiano interpretato con freschezza vocale e scenica è quello di Oscar ne 'Un Ballo in Maschera', di cui ricordiamo le produzioni dell’Opera di Vienna (1990) e del Teatro di Monaco e al Regio di Parma (1989); oltre all’Arena di Verona, nel 1986, anno in cui le viene assegnato il Premio 'Giovanni Zenatello' e, da ultimo nel 1998. Nel 1985 debutta Euridice nell’opera 'Orfeo ed Euridice" di Christoph Willibald Gluck al Teatro Grande di Brescia e l’anno successivo (1986) esordisce come Lucia di Lammermoor, nell’omonima opera di Gaetano Donizetti, al Grand-Théatre di Bordeaux, ottenendo un grandioso successo di pubblico e di critica, la quale la definisce '…la Celeste Alida'. Fra i ruoli pucciniani, accanto alla toccante Liù, si segnalano la Lauretta in 'Gianni Schicchi', debuttata a Torre del Lago nel 1987, con Giuseppe Taddei (Gianni Schicchi) e Fedora Barbieri (Zita) e la palpitante Mimì all’Arena di Verona (1994), ruolo interpretato prima a Padova, Treviso, Bergamo, Wiesbaden, Dortmund, Toulouse, Catania (1996) e, da ultimo, a Monaco (marzo 1998). Si dedica anche al repertorio mozartiano: è Zerlina nel 'Don Giovanni' inaugurale della stagione 1993/’94 al Teatro Carlo Felice di Genova, con la regia di Giorgio Strelher e Despina nel 'Così fan tutte' al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo (1997). Sempre nel 1997 Alida canta 'Gianni Schicchi' (Lauretta) al Teatro Filarmonico di Verona, Nannetta in 'Falstaff' all’Accademia di Santa Cecilia a Roma, Micaëla in 'Carmen' al Teatro Carlo Felice di Genova, Gilda in 'Rigoletto' al Teatro di Cagliari, Micaëla e Gilda all’Arena di Verona e Adina, ne 'L’Elisir d’Amore', al Comunale di Firenze. Nel 1998 ha debuttato il ruolo di Gnese ne 'Il Campiello' di Ermanno Wolf-Ferrari al Teatro Comunale di Bologna, è stata Oscar ne 'Un Ballo in Maschera' all’Arena di Verona, Mimì a Monaco e Lauretta a Tokyo (Giappone), in trasferta con il Teatro Comunale di Bologna. Nel 1999 ha interpretato Nannetta al Carlo Felice di Genova, Micaëla nell’allestimento curato da Franco Zeffirelli all’Arena di Verona, Liù allo Stadio Olimpico di Roma ed ancora Micaëla al Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo (in coproduzione con i teatri Amilcare Ponchielli di Cremona, Grande di Brescia e Franschini di Pavia). Di recente è stata Lauretta nel 'Gianni Schicchi' pucciniano al Teatro Comunale di Bologna (giugno 2000) e al Festival Internazionale di Santander (Spagna - luglio 2000). Nel giugno del 2000 ha debuttato il ruolo di Lei ne 'La Notte di un Nevrastenico' di Nino Rota al Teatro Comunale di Bologna.

fotografie, contatti, credits, home.